Case History

Riqualificazione di alcuni tratti dell’autostrada A/19 Palermo-Catania

Riqualificazione di alcuni tratti dell’autostrada A/19 Palermo-Catania mediante l’installazione di barriere di sicurezza e della rete di protezione, in Viadotto Cozzo Rocca e Viadotto Mulini.

22 Gennaio 2018
  • Progettazione esecutiva: STUDIO PIGRECO INGEGNERIA ROMA
  • Stazione appaltante: ANAS S.P.A. SEDE COMPARTIMENTALE DI PALERMO
  • Impresa esecutrice: ELCAL S.R.L.
  • Direttore tecnico di cantiere: geom. Angelo Sciumè dell’impresa ELCAL S.R.L
  • Direttore dei lavori: Ing. Pietra Giunta
  • Proposta tecnica: Ufficio Engineering Ing. Aly Bel Fadel Mansur, Field Engineers Rosario Davì,
  • Commerciale fischer italia: Mario Riccobono

Progetto

Riqualificazione di alcuni tratti dell’autostrada A/19 Palermo-Catania mediante l’installazione di barriere di sicurezza e della rete di protezione, in Viadotto Cozzo Rocca e Viadotto Mulini.

Breve descrizione dei lavori:
Scarifica della sede stradale, demolizione dei cordoli esistenti per la nuova realizzazione degli stessi attraverso l’inghisaggio di barre in acciaio ancorate su strutture esistenti, previa esecuzione di fori da 18 mm e successiva posa di barre in acciaio da 12 mm con resina epossidica a prestazione garantita nella misura di n. 5 fori per M2, getto di CLS RCK 45 S4 per la realizzazione dei cordoli e delle solette, posa di barriere stradali con nastro salva motociclisti, conglomerato bituminoso e segnaletica verticale ed orizzontale

Richiesta:

Vista la natura dell’intervento, c’era la necessità di mettere in sicurezza il cantiere prima di procedere con il lavoro.

Soluzione:

È stata installata una linea vita Fischer S-Line provvisoria per lavorare in sicurezza prima di procedere con la qualificazione, dove è stato utilizzato l’ancorante chimico fischer FIS EM 585 (resina epossidica) proposto in cartuccia rispetto ai secchi per una maggiore praticità durante l’intervento.
Per approfondimento dei sistemi anti caduta fischer, consultare il seguente articolo

Trovare la soluzione tecnica, pratica in cantiere

Oltre all’esigenza di trovare una soluzione tecnica sicura, c’era la necessità che fosse anche pratica e fattibile, per rispondere alla particolarità del cantiere.
La collaborazione tra le figure coinvolte è stata premiante in quanto ha permesso di trovare la soluzione soddisfacente per tutti.

L’impresa ELCAL S.R.L, con il geom. Angelo Sciumè e Fischer Italia, con il Field Engineer Rosario Davì, si sono incontrati in cantiere e hanno affrontato insieme la difficoltà pratica del lavoro, con l’approvazione del Direttore dei lavori l’ing. Pietra Giunta è stato creato un piano di lavoro. La rivendita Ferramenta Marotta di Liotta Favara ha avuto un ruolo determinante nella gestione della parte commerciale e logistica. La collaborazione tra diversi attori durante le fasi di progettazione, porta inevitabilmente alla nascita di una soluzione tecnica “sicura e pratica”

Linea vita appoggiata alla rivendita Sonepar e la Resina FIS EM 585 appoggiata alla rivendita Liotta Favara.

1) Linea vita appoggiata alla rivendita Sonepar

2) Resina FIS EM 585 appoggiata alla rivendita Ferramenta Marotta.

Dati tecnici sul prodotto

Sistema chimico a iniezione FIS EM

La più potente resina epossidica per installazioni in calcestruzzo, riprese di getto e per azioni sismiche.

Fischer FIS EM è un sistema a iniezione che comprende la resina fischer FIS EM e la barra filettata fischer FIS A idoneo per installazione passante e non passante.

Con bussola filettata internamente fischer RG MI è idoneo per installazione non passante.

Le elevate forze di adesione e il ridotto ritiro della resina permettono le massime applicazioni di carico in calcestruzzo fessurato e non fessurato, anche con diametri di barre elevati, fino a M 30.

Le profondità di ancoraggio variabili da 4 x ds a 20 x ds consentono l’ideale adattamento al carico applicato, assicurano un tempo di installazione ed un utilizzo del materiale ottimali.

Il sistema FIS EM è certificato per ancoraggi in calcestruzzo fessurato e non fessurato con classe di resistenza da C20/25 a C50/60 e per applicazioni soggette a carichi sismici su calcestruzzo secondo la categoria di prestazione sismica C1 e C2 e zona di progettazione sismica statunitense da A a F.

Resina e induritore sono in due contenitori separati e non sono miscelati o attivati finchè non avviene l’estrusione attraverso il miscelatore.

Il sistema fischer FIS EM in cartuccia è certificato per connessioni di barre di armatura post-installate in calcestruzzo da C12/15 a C50/60, fessurato e non fessurato.

L’ancorante chimico fischer FIS EM è certificata anche per applicazioni su fori carotati e fori sommersi.

Ogni soluzione tecnica che viene adottata da fischer va verificata mediante il software di calcolo C-fix, presente all’interno della nostra Fixperience software suite (scaricabile dal nostro sito) che dimostra l’idoneità del prodotto anche in termini di resistenza.

Rosario Davi

Diplomato come Perito Informatico nel 1992 , inizia l'attività lavorativa tecnica e di vendita presso multinazionali specializzate nel settore edilizia. Nel 2006 entra a far parte del gruppo fischer prima come Funzionario Tecnico Commerciale, poi come Tecnico di Area per la Sicilia, infine da gennaio 2017 entra a far parte della nuova divisione Field Engineeniring come Field Technician South, specializzandosi nel supporto ai progettisti e alle imprese per le soluzioni di fissaggio fischer. Il tempo libero lo dedica alla famiglia.