Zona sismica

La Protezione degli Impianti al Sisma

Perchè sostenere i costi per la resistenza al sisma della parte impiantistica di un edificio? Il danneggiamento causato dal sisma agli elementi costruttivi non strutturali è stato purtroppo sottovalutato anche nel recente passato.

22 Novembre 2019

Perchè sostenere i costi per la resistenza al sisma della parte impiantistica di un edificio?

Il danneggiamento causato dal sisma agli elementi costruttivi non strutturali è stato purtroppo sottovalutato anche nel recente passato. Questo ha generato, in seguito a eventi sismici, una serie di seri problemi come perdita di funzionalità dei macchinari, interruzioni di corrente elettrica, ostruzione delle vie di fuga, incendi ed esplosioni. Danni anche modesti agli impianti di edifici strategici – come ospedali, strutture di accoglienza, caserme dei Vigili del Fuoco, scuole – hanno così impedito di utilizzare nel momento dell’emergenza gli edifici sani dal punto di vista strutturale. Analizzando invece gli impianti al servizio di strutture industriali e produttive va considerato l’impatto economico che comporta l’interruzione della produzione, oltre al fatto che sempre più spesso le compagnie assicurative chiedono la messa a norma degli impianti anche sul fronte della resistenza al sisma.

Cosa prescrive la normativa in Italia?  

Le Norme Tecniche per le Costruzioni 2018 introducono una sezione dedicata alla messa in sicurezza degli elementi non strutturali di un edificio [par. 7.2.3] e nello specifico al paragrafo 7.2.4 si tratta proprio l’argomento impianti.

E’ importante verificare la capacità resistente dell’impianto pensato come sistema: non solo la staffa o il telaio di sostegno, ma anche i collegamenti e il materiale di supporto.

Può risultare molto utile in tal senso consultare la normativa tecnica consolidata, come l’americana ASHRAE, che fornisce soluzioni progettuali concrete e tabelle per il dimensionamento delle linee.

Cosa propone fischer per la messa in sicurezza degli impianti?

fischer ha sviluppato la gamma completa SaMontec Seismic con l’intento di offrire soluzioni per lo staffaggio di un sistema composta da telai e ancoraggi: profili e angolari per il sostegno degli impianti, staffe appositamente studiate per il controventamento sismico, geometrie adatte al fissaggio con gli ancoranti fischer di categoria C1 e C2.

Il lavoro di progettazione da parte dei tecnici dell’Engineering fischer ha considerato la necessità di creare prodotti che fossero davvero pratici nell’utilizzo: per esempio gli alloggiamenti e le asolature sono pensati per un’installazione agevole sia a soffitto che a parete.

Quali sono i vantaggi della gamma antisismica fischer?

La caratteristica vincente è la possibilità di montare le connessioni in retrofit: significa che si può mettere in sicurezza al sisma anche un impianto già esistente senza doverlo smontare. Questo porta notevoli vantaggi sia in termini di risparmio di manodopera che di materiale.

Inoltre nella maggior parte dei casi si può lavorare all’adeguamento mantenendo operativi gli impianti esistenti e i macchinari a essi collegati.

Nell’ottica di considerare la messa in sicurezza al sisma del ‘sistema’ impianto, fischer ha pubblicato un documento tecnico in cui si evidenzia la compatibilità degli ancoranti meccanici e chimici con le staffe di controventamento. Pratiche tabelle indirizzano la scelta considerando la categoria di prestazione sismica necessaria e la tipologia e spessore del supporto.

Roberta Gobbo

Si è laureata all’ Università di Padova nel 1999 in Ingegneria Civile. Ha cominciato l’attività professionale nella progettazione di strutture ed impianti in calcestruzzo e acciaio in ambito civile e industriale. In seguito ha lavorato per tre anni in un gruppo multinazionale specializzato nella produzione e progettazione di impianti e parti idrauliche. Nel 2005 entra in fischer Italia come Product Manager per le soluzioni di impiantistica e i fissaggi termoidraulici. Ad oggi segue le linee fischer dedicate al settore impiantistica ed idraulica e la chimica per l’edilizia. E’ docente dell’Academy fischer e riferimento per i convegni in tutta Italia in ambito impiantistico e sismico.